Image Alt
  /  TESTIMONIANZE   /  “Etna – Bocca dell’Inferno nel Mediterraneo”- Michael Petsch

“Etna – Bocca dell’Inferno nel Mediterraneo”- Michael Petsch

“L’Etna è uno dei vulcani più attivi della terra. Con un’altezza di oltre 3.300 metri, domina la Sicilia. Impressionanti immagini di eruzioni documentano la forza primordiale assopita nelle profondità dell’Etna. Gli scienziati spiegano i pericoli che pone. La gente del posto mostra come ha imparato a convivere con i pericoli di “Mamma Etna”.

Il dott. Boris Behncke è tedesco e da circa 20 anni lavora come vulcanologo presso INGV, il centro di monitoraggio statale italiano a Catania. Ha visto innumerevoli eruzioni e in questo film racconta il carattere insidioso del vulcano.

Nel marzo 2017, ha vissuto la situazione più pericolosa della sua carriera quando rocce laviche incandescenti sono esplose improvvisamente su una superficie ghiacciata. Le immagini delle persone in fuga che si trovavano nelle vicinanze hanno fatto notizia in tutto il mondo. Per il Dr. Behncke indica anche indirettamente che “Mamma Etna” sta gradualmente cambiando il suo carattere: da vulcano “bonario” a essere più esplosivo. Quasi ogni anno c’è un’eruzione. I pericoli per i residenti sono stati limitati poiché la parte alta dell’Etna è stata dichiarata parco nazionale, su cui non è consentito edificare. Tuttavia, se i fianchi nelle regioni più profonde si lacerano, non c’è quasi nulla che possa fermare il flusso di lava.

Chiara Vigo ricorda l’eruzione del 1981che vicino a Randazzo distrusse quasi tutti i vigneti.  Non dimenticherà mai che la colata lavica  “miracolosamente” cambiò improvvisamente direzione, come racconta Chiara nel film, salvando il vigneto centenario dell’azienda.

Qui oggi coltiva il “Nerello Mascalese”, il vitigno a bacca rossa tipico dei pochi, circa 130 viticoltori dell’Etna. Apprezza il fatto che il vulcano non solo prende, ma dà anche. Il suolo vulcanico fertile e ricco di minerali consente la coltivazione di uve, olive, pistacchi e molto altro che caratterizza la cucina siciliana…”

AUTORE:
Michael Petsch

PROGETTO:

“Ätna – Höllenschlund im Mittelmeer”

ANNO:
2019